Piano formativo Atlante 2014 – aggiornamenti!

Il Piano Formativo “ATLANTE 2014” si sta avviando alla sua fase conclusiva, con ottimi risultati!

Prima di entrare nel merito, però una breve introduzione. Il Piano è stato promosso dal Consorzio Atlante Soc. Coop. ed attuato da IAL Nazionale oltre che, in delega, da Macro Service srl, CODEX soc. coop. e Ri.Cre.S. srl, con l’obiettivo di rafforzare le competenze in ingresso dei lavoratori del consorzio stesso e della consorziata Sabaudia soc. coop., attiva nel settore del confezionamento di cesti.

Partito il 22 luglio, grazie al finanziamento di For.agri – Fondo interprofessionale per la formazione continua in agricoltura, il Piano Atlante 2014 ha finora (al 1 febbraio 2016) portato a termine i seguenti 9 progetti formativi su un totale di 12.

  • B. Innovazioni tecniche nei sistemi di controllo
  • C. Ambiente sicuro per i neoassunti
  • E. Gestione aziendale e amministrativa – amministrazione aziendale e commesse estere
  • G. Gestione aziendale e amministrativa – controllo di gestione
  • H. Gestione aziendale e amministrativa – Team Building
  • I. Formazione specialistica area produttiva e logistica – tecniche confezionamento cesti
  • L. Formazione specialistica nell’area produttiva e logistica – utilizzo macchine
  • M. Formazione specialistica nell’area produttiva e logistica – confezionamento sicuro
  • N. Informatica – Livello avanzato.

In questo periodo si sono concluse ben 27 delle 30 edizioni complessive, con il coinvolgimento di 404 persone, che rappresentano oltre il 95% del totale previsto entro la fine del piano.

Ai buoni risultati in termini di avanzamento del progetto si aggiungono – dato ancora più importante – ottimi risultati anche sulla qualificazione del personale e sulla soddisfazione espressa. Ce lo dicono i test di apprendimento: oltre la metà (52%) degli allievi ha conseguito “ottimi” risultati; il 38% ha raggiunto risultati “buoni” ed appena l’10% del totale ha maturato un apprendimento soltanto “sufficiente”.

Lo attestano i questionari di gradimento, che restituiscono livelli di soddisfazione molto elevati (oltre l’80% con punte anche del 100%) sia rispetto all’utilità percepita e ai temi trattati, sia in riferimento alle “aree didattiche” (competenza dei docenti; completezza delle spiegazioni; disponibilità dei docenti e rapporto con gli allievi; materiale di documentazione e, infine, supporti didattici utilizzati).

Resta ancora una parte importante da realizzare, entro la chiusura del progetto che è prevista il 1 agosto 2016.

Ve ne daremo conto nelle prossime Newsletter. Continuate a seguirci!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *